• Pubblicata il
  • Autore: Lloyd
  • Pubblicata il
  • Autore: Lloyd

Fantasie in treno - Lodi Trasgressiva

Era una noiosa domenica di ottobre. Stavo per salire sul treno delle 19.04 e mi aspettavano ben 4 ore di viaggio. Entro ed inizio a cercare un posto. Erano pochi gli scompartimenti ancora completamente disponibili ed io mi sistemo in uno di questi. Dopo aver posato valigia e qualche altra cosa che portavo con me, mi siedo e qualche secondo dopo mi accorgo di un ombra. Alzo lo sguardo e vedo una ragazza, mora, altezza media e un fisico niente male dato quel seno prosperoso che lasciava intravedere e con le curve sinuose. Mentre la stavo squadrando già con molta attenzione lei mi chiede con una voce molto dolce: A questo punto io, dopo qualche secondo di esitazione, risposi chiaramente di si. Lei allora si avvicinò alla poltrona e sistemò la valigia nella zona sopra alla poltrona stessa. Nel compiere questa azione si mise in una posizione perfetta per me, tale da farmi avere una visuale incredibile. La ragazza di profilo con una tuta a vita bassa k le scopriva gran parte dell'addome e anke del lato B. Anche quello era davvero stupendo e io rimasi a fissarlo per qualche istante, tanto che quando si girò si accorse che la stavo guardando con una attenzione particolare. comunque non disse niente e si sedette. Io ero rimasto affascinato dalla bellezza e dalla grazia di questa ragazza e rivedevo nella mia mente le immmagini viste poc'anzi. Dopo poco la ragazza mi disse: . io mi trovavo sulla poltrona che aveva alla destra il finestrino mentre la ragazza si era sistemata affianco a me. io le risposi: . a questo punto la ragazza si alza e apre il finestrino, nel farlo, si mette avanti a me, mettendomi gisto avanti al volto il suo seno che si vedeva molto bene graze alla scollatura. io mentre lei faceva tutto questo, ammiravo con molto piacere e iniziavo a fare pensieri strani. La ragazza, aperto il finestrino, si rigirò e mi vide di nuovo mentre la stavo guardando e disse: <è inutile che fai finta di niente; ho notato che mi stai fissando da tempo e che chissà quanti pensieri starai facendo su di me>. A questo punto rimasi un pò sorpreso; non sapevo come rispondere, ma decisi di ammettere tutto:< effettivamente direi che non passi inosservata>. e lei rispose < infatti avevo notato> .... stava fissando le mie parti basse: avevo il cazzo che si iniziava ad alzare. ero imbarazzato e lei se ne rese conto, fece un sorriso e si avvicinò sussurrandomi: < mi fa piacere che faccio questo effetto sai?> e mi diede un bacio sul collo. dopo questo gesto capii che potevo provarci perciò le accarezzai la schiena provando a cercare il gancio del reggiseno...lo trovai e cercai di sganciarlo . lei sembrava accettare la situazione ma ad un tratto : rimasi preoccupato per un pò credendo di aver azzardato il gesto ma non le avevo fatto concludere la frase, infatti la completò dicenddo: non è il luogo adatto, seguimi> . si alzò appoggiandosi sul mio cazzo ormai quasi duro e si avviò. io la seguii e entrammo in bagno. a questo punto chiudemmo la porta e lei mi toccò con decisione il pacco. io ricambiai mettendo la mano sulle tette. erano belle sode, splendide. adesso continuai quello che volevo iniziare prima. misi la mano sotto la sua maglietta e le sganciai il reggiseno. lei si sfilò la maglietta e così vidi quelle tette favolose che iniziai a sfiorare con la bocca. nel frattempo però con le mani cercavo i pantaloni e li sbottonai. si tolse anke i pantaloni; aveva un perizoma che metteva in risalto un culo fantastico. in pochissimo tempo ci trovammo nudi e sentivo dalla sua figa già un pò umida che aveva molta voglia. lei intanto me lo stava toccando e iniziava a segarmelo. dopo un pò le dissi:< dai appoggiati sul lavandino e fattelo mettere dentro> . e lei : . allora io appoggiai la mia cappella sulle sue labbra già umide e iniziai ad entrare piano piano, dopo poco emise un gemito, e io entrai tutto. nel frattempo le toccavo le sue tette favolose ed iniziai a scoparla. dopo un pò lei si fermò e dopo essersi sistemata i capelli e messa piegata sul lavandino disse:< dai mettimelo tutto nel culo, però fai piano perchè non posso urlare altrimenti ci sentono> . allora io incredulo ed eccitato m avvicinai al suo favoloso culetto. dopo averlo bagnato un pò cn la mia lingua avvicinai il mio cazzo e con piccoli movimenti entrai anke nel suo culetto. stavo godendo un casino, lei anke, si sentivano i gemiti di piacere e la scopai nel culo. io dopo un pò stavo per venire e glielo dissi e lei mi chiese: < preferisci dietro o in bocca?>. io non risposi nemmeno e iniziai a spingere più forte ancora e dopo qualche secondo che spinsi forte nel suo culo cacciai tutto lo sperma nel buco del culo. entrambi emettemmo lunghi gemiti di piacere e poi ci baciammo in maniera molto passionale. il tempo di pulirsi e rivestirci ed uscimmo dal bagno in maniera molto discreta. tornammo ai nostri posti ma lei dopo poco scese. ci salutammo con un bacio. dopo poco tempo arrivai anke io. devo ammettere che quelle 4 ore passarono molto velocemente, magari tutti i viaggi fossero così!

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!
12/05/2013 23:38

Luke

...interessante..vorrei sapere come hai fatto a sbottonare la tuta..bella caxxata cmq..

04/06/2012 09:18

Stellina

Intrigante devo dire..

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati