• Pubblicata il
  • Autore: Chicca
  • Categoria: Racconti trav
Feste in maschera 2  - Lodi Trasgressiva

Feste in maschera 2 - Lodi Trasgressiva

Dopo questa breve chiaccherata ci incamminammo verso l’uscita, mi sentivo come in una bolla. Passo dopo passo mi iniziò a salire l’ansia mista ad un infinito senso di colpa. Così feci rallentare la mia ex e gli dissi che avevo cambiato idea e che volevo tornare a casa. Lei allora mi guardo intensamente e mi disse di seguirla , tornammo nello spazio dove eravamo prima e iniziamo a parlare. Le spiegai che il gioco era andato troppo oltre e che non volevo continuare e che io volevo andare via. Lei mi fisso per alcuni secondi e disse: “ chicca ti ricordi un mese fa per il mio compleanno?” Annuii, lei prosegui:” dopo la cena del mio compleanno a casa mia , quando io mi lamentavo dei tacchi e tu scherzando ribadivi che milioni di donne li portano e che io ero troppo lamentosa? “ io :” certo ma che centra stavo scherzando! Lei ribadi:” aspetta , quando per provocarti ti chiesi di indossare i tacchi e tu scherzando accettasti? Ti ricordi che qualla sera facemmo l’amore più intenso e passionale del nostro rapporto? “ .
Io non capivo dove volesse andare a parare e ribadivo solo un cosa centra questo. A quel punto la sua voce si addolci e con molta dolcezza quasi abbracciandomi con le sue parole prosegui nel suo racconto:” quella sera facemmo l’ amore, tu inizialmente ,sono certa ,che stessi solo giocando ma durante quei momenti capii tantissime cose di te. Cose che nei giorni seguenti e ripensando ai tanti episodi nel corso degli anni mi fecero riunire tanti punti e capire tanto di te, la vera te. Mentre facevamo l amore mi accorsi che non ti sei mai tolta i tacchi , e con l anadare della passione e la
perdita delle inibizioni haI iniziato a fare l amore in maniera totalmente diversa. Passionale , libera e dolce , ervamo due ragazze in quel momento , ti sei accorta che ti sei sciolta il codino , le tue movenze la tua dolcezza erano cambiate? Quando ho iniziato a giocare con il tuo sederino avevi un espressione appagata , desiderosa. “
Io ero ormai ammutolito , inebetito dalle sue parole , lei a quel punto continuo:” io stasera quando ti guardavo vedevo una ragazza , una amica , ma certamente non il mio ragazzo. Avresti dovuto vedere la tua faccia in questi giorni a fare shopping, quando siamo uscite stasera , nel negozio quando quella signora ti ha trattato come una ragazza , ma ancora di più quando ballavi con quel ragazzo. Non facevi nulla di male semplicemente eri felice.( ridendo aggiunse) e un po’ zoccolina. Ora io non so che faremo stasera , ma io ti posso dire che desidero quel ragazzo sono single e voglio divertirmi. “
Quel single rimbalzavo nella mia testa, e gli chiesi con la faccia triste come single? E lei mi disse con calma e dolcezza :” io ti vedo come chicca, una amica a cui voglio tanto bene . Che non tradirò mai ma non ti desidero come compagno voglio un uomo . Lo sappiamo entrambe ora possiamo far finta di nulla ma mentre spesso nelle coppie gli amori finiscono perché piacciono o si desiderano cose diverse tra noi è finita per il motivo contrario noi desideriamo la stessa cosa.”
Io dentro di me stavo provando pensieri contrastanti un misto di dolore per averla persa ma ancora più forte la felicità di avere una persona accanto , l’unica in realtà che aveva capito tutto di me. Dopo anni di bluff davanti a lei ero nudo e vero.
Passarono alcuni attimi di silenzio poi mi abbraccio intensamente mi sussurrò al orecchio :” andiamo , senza obblighi e poi vedremo, fai ciò che vuoi ma sappi che non ti voglio giudicare e ti voglio solo libera e felice” fece per allontanrsi e torno indietro mi si avvicino nuovamente e mi sussuro:” stasera quando lo assaggerai , perché lo so non pensi ad altro, sarai una ragazza felice”
Mi prese per mano e andammo verso l’ uscita una volta fuori i due ragazzi era li accanto al auto ad aspettarci. Il tipo della mia ex scherzo sul fatto del ritardo cronico delle donne , sorridemmo tutti . Ci invitarono ad andare a casa loro , che erano qui in vacanza nella casa di villeggiatura. Lei accetto senza neanche guardarmi sali davanti accanto al suo nuovo amico e chiuse la portiera. L altro ragazzo mi guardo e per la prima volta mi accorsi che infondo era pure carino , alto , moro , ben vestito e con un bel sorriso di denti bianchissimi. Sorrisi e gettai il cuore oltre l ostacolo, salimmo in macchina e partimmo verso casa loro. TO BE CONTINUED

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati